3.8 – Programmi scala regionale

3.8 – Programmi dei Fondi strutturali alla scala regionale

Sommario della sezione:

 

1) – Premessa
2) – Tipologie di programmi a scala rgionale: ciclo 2000-2006 2007-2013
3) – Pianificazione ciclo 2000-2006
Schede Programmi ciclo 2000-2006
4.0) – CICLO 2007-2013Pianificazione Ciclo 2007-2013
4.1) – OBIETTIVO CONVERGENZA – SCHEDE CICLO 2007-2013
4.2) – OBIETTIVO COMPETITIVITA' REGIONALE – SCHEDE CICLO 2007-2013
4.3) – OBIETTIVO COOPERAZIONE TERRITORIALE (2007-2013) – MAPPPA
5.0) Pianificazione ciclo 2014-2020
 

1) – Premessa
Nel settore specifico dei Fondi strutturali, dopo le decisioni assunte a Bruxelles (vedi) e quelle successive definite a Roma (vedi), si apre un terzo ed ultimo contesto che riguarda l'intervento delle Regioni interessate da questi finanziamenti e dalla loro operatività. Infatti, anche a questo livello regionale, o scala territoriale, si devono assumere ulteriori e specifiche decisioni. Si deve stabilire, per esempio, come dividere i finanziamenti preventivati, e scegliere quali progetti territoriali approvare e quali all'opposto, scartare. Lo schema seguente evidenzia la relazione tra le Regioni italiane e i rispettivi Obiettivi. In tal modo si dovrebbe produrre un primo elemento di chiarezza. Infatti se si cercasse per esempio l'Obiettivo 2 per la Regione Calabria non si troverebbe alcunché. La Regione Calabria, infatti, è destinataria esclusivamente dell'Obiettivo 1. I vari Obiettivi con le rispettive Regioni sono indicati nella  tabella seguente.

2020-44-tre-cicliFigura 3.8.1 –  Articolazione dei tre ultimi cicli dal 2000 al 2020

Torna all'inizio


Nei riquadri successivi, è possibile ottenere (cliccando) le schede ufficiali dei rispettivi obiettivi con l'indicazione anche dei finanziamenti specifici (vedi schede POR), (schede DOCUP) , (schede Convergenza) e da ultimo (schede Competitività regionale). La tabella esprime sia le tipologie dei programmi sia la tipologia di obiettivo, per i due ultimi cicli.

Torna all'inizio

2) – Tipologie di programmi scala regionale ciclo 2000-2006 e 2007-2013
(Per la spiegazioni clicca)
 
fig-1-Ob-2006
Figura 3.8.2 –  Obiettivi e programmi ciclo 2007-2013

Fif-2-2000Figura 3.8.3 – Tipologie di Obiettivi e di programmi 2007-2013

Torna all'inizio


Fif-2-Ob-2000Figura 3.8.4 – Elenco schede  POR Obiettivo 1 e DOCUP Obiettivo 2

Torna all'inizio


4.0) – Pianificazione CICLO 2007-2013

4.1) – OBIETTIVO CONVERGENZA
 
Fif-4-2000

Figura 3.8.5 – Le Regioni Obiettivo convergenza del ciclo 2007-2013

Torna all'inizio


4.2) – Pianificazione CICLO 2007-2013

OBIETTIVO COMPETITIVITA' REGIONALE
Fif-5-2000

Figura 3.8.6 – Regioni appartenenti all'Obiettivo Competitività regionale 2007-2013

Torna all'inizio


 

4.3) OBIETTIVO COOPERAZIONE TERRITORIALE EUROPEA (2007-2013)

 La politica di coesione è tesa a incoraggiare le regioni e le città dei 28 Stati membri a lavorare assieme e imparare gli uni dagli altri attraverso programmi comuni, progetti e reti. Nel periodo 2007-13 l'obiettivo europeo cooperazione territoriale (ex iniziativa comunitaria INTERREG – v.sotto) ha coperto tre tipi di programmi:

L'obiettivo di Cooperazione territoriale europea operazione è finanziata dal Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) nel ciclo 2007-2013 e supporta programmi di cooperazione transnazionale e interregionale. Il budget di € 8.700.000.000 per questo obiettivo rappresenta il 2,5% del totale 2007-13 dello stanziamento per la politica di coesione, in particolare l'assegnazione per gli Stati membri di partecipare a programmi di cooperazione UE frontiera esterna sostenuti da altri strumenti (IPA e ENPI). (fonte (Riel.) http://ec.europa.eu/regional_policy/cooperate/cooperation/index_en.cfm)

 Di seguito si indicano una esemplificazione dei rispettivi  programmi di  un importante istituzione universitaria italiana (Ca'Foscari)(bib.1). Ogni scheda è corredata dalla rispettiva cartografia.

 
 

– Cooperazione transnazionale: creazione e sviluppo della cooperazione transnazionale, compresa la cooperazione bilaterale fra le regioni marittime. Ovvero  programmi
 
 
 
 

– Cooperazione interregionale e reti: potenziamento dell’efficacia della politica regionale mediante la cooperazione interregionale, la creazione di reti e lo scambio di esperienze fra le autorità regionali e locali.
Ovvero  

Interreg IVC       http://www.unive.it/nqcontent.cfm?a_id=68323


5.0) Pianificazione ciclo  2014 – 2020

5.1 Obiettivo Regioni meno sviluppate
Regioni – Campania, Calabria, Basilicata, Puglia e Sicilia
5.2 Obiettivo Regioni sviluppate
Tutte le altre Regioni eccetto le seguenti tre Regoni intermedie
5.3 Obiettivo Regioni Intermedie
Abruzzo, Molise e Sardegna
I dati  analitici dal punto di vista delle Regioni saranno  considerati almeno a partire da un anno dopo il loro inizio. Quindi alla fine del 2015.
Per il momento si vedano le altre sezioni del presente sito, tra cui, ma non solo:

(A) Programmi scala nazionale

(B) Programmi scala UE


Riferimenti

(1)   Università Ca' Foscari Venezia – Vai al sito  http://www.unive.it/nqcontent.cfm?a_id=1

 

Torna all'inizio     Torna all'Home page


index entra_forum

Aggiungi ai preferiti : permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


× otto = 8

× 7 = 21

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>