2.6 Agenzia per la coesione territoriale

2.6 Agenzia per la coesione territoriale

Dipartimento per lo sviluppo e la coesione economica – ROMA

Sommario sezione
1.0) La preparazione di una nuova attività del Dipartimento : OPENCOESIONE
2.0) L’Agenzia per la Coesione Territoriale,
2.1) Il 19 Agosto 2014 è stato pubblicato lo statuto dell'Agenzia per la coesione territoriale

1.0) La preparazione di una nuova attività : OPENCOESIONE

Figura 2.6 -01 Sito Opencoesione del DPS

opencoesione-sitoL'avvento del Ministro F. Barca  che nel governo Monti (11-11-2011)  ha retto  il Ministero della coesione territoriale, ha significato una serie di innovazione nella prassi italiana sino ad allora imperante nei Fondi strutturali, che in verità risultava alquanto parallizzata. Un aiuto   per  queste innovazioni è stato il portale OpenData (v. a fianco).

Infatti, il DPS (Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione economica) su sollecitazione del nuovo Ministro, che proveniva dagli stessi uffici,  ha deciso di porre a disposizione del pubblico, ovvero degli interessati, i dati e le informazioni utili per valutare l'efficacia delle Politiche di coesione che si pongono a monte dei Fondi strutturali (UE e IT) . Le informazioni sono  diffuse tramite un portale in Internet chiamato OPENCOESIONE   (v. a fianco). Sino al 30/06/2014 i dati posti nel sito riguardano 88.858 progetti che sono finanziati dalle politiche di coesione. Alla stessa data I finanziamenti monitorati riguardano circa ottanta miliardi di euro e i pagamenti monitorati in Italia  si riferiscono a 32,3 Miliardi di euro (v.sito)  . Alcuni dubbi sorgono quando ci si accorge che un  parte delle informazioni in open data, teoricamente  a disposizione degli interessati,  in particolare  l'elenco dei finanziamenti, è contenuto in un unico file che è scaricabile, ma essendo composto da più di un milione e mezzo di righe non si riesce ad aprire normalmente e consultare  Questa scelta  sembra perlomeno strana(bibl.1).


2.0) L’Agenzia per la Coesione Territoriale, prevista dall’art 10 della legge 125 del 30 ottobre 2013,  avrà tra le sue competenze

  1. il monitoraggio sistematico degli interventi,
  2. l’accompagnamento e supporto delle amministrazioni centrali e regionali titolari degli interventi finanziati dai Fondi strutturali e dal Fondo sviluppo e coesione. Potrà, infine, 
  3. assumere poteri sostitutivi nel caso in cui si verifichino gravi inadempienze o ritardi ingiustificati nella gestione degli interventi previsti nel nuovo ciclo di programmazione 2014-2020.

Il neo  Ministro per la Coesione Territoriale Carlo Trigilia, (che ha sostiuito il Ministro Barca  che è ritoranto a svolgere la sua attività di Alto Dirigente nel DPS-MISE) ha precisato che la nuova struttura si pone quale “strumento propulsivo di una strategia più ampia che vedrà tutte le amministrazioni impegnate in uno sforzo comune per utilizzare al meglio i fondi  strutturali e  dare così un contributo significativo alla ripresa economica e sociale di tutto il Paese”. (fonte DPS – http://www.dps.gov.it/it/Agenzia/)

2.1) Il 19 Agosto 2014 è stato pubblicato lo statuto dell'Agenzia per la coesione territoriale

  • (14A06557) (GU Serie Generale n.191 del 19-8-2014)
  • DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 9 luglio 2014  [http://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2014-08-19&atto.codiceRedazionale=14A06557&elenco30giorni=false]
Aggiungi ai preferiti : permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


− sei = 1

− 1 = 1

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>